Page 62 - 01-68_GdT09-10
P. 62

Economia

Cresce il settore del Luxury Travel

     L’analisi dell’Oxford Economics Group per Amadeus:                    legato e Direttore Generale di Amadeus Italia.“Sul
nei prossimi 10 anni il segmento crescerà maggiormente                     lungo raggio la richiesta di voli in business class è
                                                                           comunque rimasta nel tempo costante, nonostante
     del resto del settore dei viaggi, con un tasso del 6,2%               il periodo di recessione economica. L’Asia ha re-
                           contro il 4,8% del resto del mercato            centemente sperimentato il più grande aumento
                                                                           delle prenotazioni dei voli in business class. La mo-
                  I l turismo internazionale nel comparto del lusso        tivazione è da individuare nell’impressionante cre-
                      è cresciuto in maniera superiore al resto del set-   scita del PIL del continente, nella crescita delle reti
                      tore fra il 2011 e il 2015, secondo il report Sha-   aziendali globali, e nell’emergere di una nuova classe
                  ping the Future of Luxury Travel. I dati, individuati    benestante desiderosa di prenotare viaggi di pia-
                  dall’istituto Tourism Economics facente parte di         cere in business class. Il mercato del lusso relativa-
                  Oxford Economics Group, insieme alle informa-            mente maturo della Cina si trova invece in un
                  zioni raccolte tramite Amadeus Travel Intelligence,      contesto di regolamenti molto limitanti. I serrati
                  mostrano un tasso di crescita composto annuale           controlli anti-corruzione fanno sì che meno per-
                  (CAGR) del 4,5% dei viaggi oltreconfine rispetto al      sone vogliano essere percepite come ultra-bene-
                  4,2% del resto del mondo dei viaggi. Dati che pro-       stanti, scegliendo di non ostentare la loro ricchezza.
                  vano un trend positivo relativo al turismo di lusso      Il report evidenzia una stabile crescita del 2,8% anno
                  che resiste ai rallentamenti dell’economia globale.      su anno dei viaggi tramite jet privato nell’Europa
                  La ricerca ha coinvolto Tourism Economics, un pool       Occidentale, dovuto alla preferenza accordata da
                  di analisti di Amadeus Travel Intelligence, l’orga-      individui con patrimoni estremamente consistenti
                  nizzazione Connection Events, il giornale The Te-        e da parte di piccoli gruppi organizzati. Quanto al-
                  legraph e diversi esperti del settore, e dimostra che    l’Italia, in linea con il resto d’Europa, ha confermato
                  il settore dei viaggi corre più velocemente del pro-     un trend positivo”continua Francesca Benati.
                  dotto interno lordo.
                                                                           IL FUTURO MONDIALE
Francesca Benati  LA RECENTE CRESCITA DEI VIAGGI                           DEL LUXURY TRAVEL
                  DI LUSSO A LIVELLO GLOBALE
                                                                           “Nei prossimi dieci anni il tasso
                  Le prenotazioni di alberghi di alta classe sono cre-     di crescita dei viaggi di lusso ol-
                  sciute del 7% fra il 2014 e il 2015 a livello mondiale.  treconfine si prospetta essere
                  Il Nord America e l’Europa Occidentale costitui-         del 6,2%, quasi di un terzo su-
                  scono attualmente il 64% dei viaggi oltreconfine di      periore al resto del mondo dei
                  business o prima classe, nonostante compongano           viaggi (4,8%), sintomo della
                  solamente il 18% della popolazione globale. Il Nord      progressiva polarizzazione del
                  America continua a dominare il mercato detenendo         mondo dei viaggi”, commenta
                  la maggiore quota come mercato maturo. Negli             Francesca Benati, Amministratore Delegato e Di-
                  USA e Canada inoltre il volume dei viaggi in busi-       rettore Generale di Amadeus Italia.“I viaggi di lunga
                  ness e prima classe si è rivelato stabile e superiore    tratta supereranno quelli fra Paesi di confine nel
                  al resto del mercato globale.“In Europa i viaggi do-     2025, come dimostrano i dati forniti da Tourism Eco-
                  mestici in business class fra il 2011 e il 2015 hanno    nomics”. Il luxury travel rispetto alle prenotazioni
                  visto un declino, probabilmente dovuto alle misure       alberghiere continuerà ad espandersi con un CAGR
                  restrittive dettate dall’austerità degli ultimi anni”    mondiale del 4% dal 2015 al 2022, un trend dovuto
                  commente Francesca Benati, Amministratore De-            alle classi medie che investono in viaggi di lungo
                                                                           raggio verso nuove destinazioni. Rispetto ai viaggi
                                                                           in business e prima classe di lungo raggio, la pre-
                                                                           dominanza di Europa Occidentale, USA e Canada
                                                                           continuerà fino al 2025. Fra il 2011 e il 2025 il mer-
                                                                           cato del luxury travel dell’Asia Pacific vedrà una cre-
                                                                           scita più veloce dell’Europa, benché in decelerazione
                                                                           fino al 2025. Questo pattern è coerente con le per-
                                                                           formance economiche di quest’area, considerato ad
                                                                           esempio che il PIL della Cina è rallentato passando
                                                                           dal 10,3% nel 2011 al 6,9% del 2015. Proprio in Cina

62 Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre 2016
   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67